L'avv. Claudio Mellone è su facebook dove può anche essere contattato in merito a questo volume

Domande e Risposte di procedura civile- 473 domande 1395 risposte multiple

( per studenti esperti)

 (Aggiornate alla legge 22 maggio 2017 n. 81, in vigore dal 14 giugno 2017)

Si deve sostenere il difficile esame di procedura civile, ma si è davvero pronti per superarlo?

Con queste domande a risposta multipla, si potrà effettivamente verificare la propria preparazione, e queste domande si integrano perfettamente lo schema del manuale di procedura civile on line pubblicato dall'avv. Mellone.

Le domande e le risposte saranno inviate su due file separati in pdf in modo da non rendere la verifica simile a un video gioco, costringendo lo studente a riflettere sulle risposte che dà, visto che le risposte corrette non sono immediatamente visibili, ma messe su un file a parte.

Il costo complessivo dei test di valutazione è di 25 euro, pagabili tramite pay pal;

Il pagamento avviene di preferenza tramite l'invio di una richiesta di pagamento tramite pay pal, e si potrà pagare con una qualsiasi carta di credito; se nelle 48 ore dalla richiesta non avverrà il pagamento la richiesta sarà automaticamente annullata.

Chi è interessato potrà inviare una mail a claudiomellone@yahoo.it , dove saranno indicate le modalità di pagamento tramite pay pal.

Di seguito alcune domande e risposte di procedura civile.

Domande (primo file pdf) :

7. Una persona ha un problema su un bene immobile, circa un’azione di rivendicazione, e ritiene che la sua causa abbia un valore non superiore ai 3.000 euro, a quale giudice si rivolge?

1. Al tribunale, perché il giudice di pace non è mai competente per le cause relative ai beni immobili;
2. Al giudice di pace, perché la sua competenza è fino a 5.000 euro;
3. Al Tar, perché la causa fa riferimento ad accertamenti circa la proprietà, dove il soggetto è stato leso in un interesse legittimo.

8. Un signore ha un problema con un suo vicino circa l’apposizione dei termini, e valuta che la sua causa sia di valore di 20.000 euro, a chi si rivolge?

1. Al tribunale, visto che si tratta di causa relativa a beni immobili;
2. Al giudice di pace, visto si tratta di competenza esclusiva;
3.Al giudice di pace, considerando che si tratta comunque di una causa entro i 20.000 euro. 

9. Tizio deve proporre due domande contro la stessa persona, una la determina per un valore di 10 euro, mentre l’altra non la determina, e pensa di proporre la domanda davanti al giudice di pace, ha fatto bene?
1. Sì, visto che due domande non si sommano tra di loro, e ognuna rientra nella competenza del giudice di pace, una per la sua massima competenza, 5.000 euro, e l’altra di soli 10 euro.
2.Sì, visto che essendo la prima domanda di soli 10 euro, proponendo la domanda davanti al giudice di pace implicitamente vuole complessivamente 5.000 euro;
3. No, non determinando il valore di una domanda questa si presume nei limiti della competenza massima del giudice adito, e sommandola con l’altra andrà oltre la competenza del giudice di pace;

 10. Tizio, che abita a Palermo, ha in incidente stradale a Catania, con Caio, che abita a Bolzano. Potrà citare Caio a Palermo?

1.No, ma potrà citarlo a Catania o a Bolzano;
2.Sì, perché vista la distanza, la legge lo protegge dal fatto che il convenuto risieda così lontano da lui e dal luogo dell’incidente;
3.Sì, perché l’incidente è comunque accaduto in Sicilia, e ex art. 20, può scegliere tra Palermo e Bolzano.

11. Tizio, ha notificato una citazione a Sempronio, nel suo luogo di residenza, rispettando la competenza per territorio secondo quanto stabilisce l'articolo 18.

Notificata la citazione, però, Sempronio si trasferisce in un altro luogo, idoneo a radicare la competenza per territorio di un altro tribunale, e lo stesso Sempronio si preoccupa di comunicare immediatamente a Tizio il suo cambio di residenza, invitandolo a notificare la nuova citazione presso questo nuovo tribunale, cosa possibile visto che il trasferimento di residenza è avvenuto addirittura prima che lo stesso tizio si costituisse in tribunale, cosa deve fare Tizio?

 

Risposte ( secondo file pdf, in grassetto le risposte esatte);

 7. Una persona ha un problema su un bene immobile, circa un’azione di rivendicazione, e ritiene che la sua causa abbia un valore non superiore ai 3.000 euro, a quale giudice si rivolge?-1

1. Al tribunale, perché il giudice di pace non è mai competente per le cause relative ai beni immobili;
2. Al giudice di pace, perché la sua competenza è fino a 5.000 euro;
3. Al Tar, perché la causa fa riferimento ad accertamenti circa la proprietà, dove il soggetto è stato leso in un interesse legittimo.

 8. Un signore ha un problema con un suo vicino circa l’apposizione dei termini, e valuta che la sua causa sia di valore di 20.000 euro, a chi si rivolge?-2

1. Al tribunale, visto che si tratta di causa relativa a beni immobili;
2. Al giudice di pace, visto si tratta di competenza esclusiva;
3.Al giudice di pace, considerando che si tratta comunque di una causa entro i 20.000 euro.

9. Tizio deve proporre due domande contro la stessa persona, una la determina per un valore di 10 euro, mentre l’altra non la determina, e pensa di proporre la domanda davanti al giudice di pace, ha fatto bene?-3  

1. Sì, visto che due domande non si sommano tra di loro, e ognuna rientra nella competenza del giudice di pace, una per la sua massima competenza, 5.000 euro, e l’altra di soli 10 euro.
2.Sì, visto che essendo la prima domanda di soli 10 euro, proponendo la domanda davanti al giudice di pace implicitamente vuole complessivamente 5.000 euro;
3. No, non determinando il valore di una domanda questa si presume nei limiti della competenza massima del giudice adito, e sommandola con l’altra andrà oltre la competenza del giudice di pace;

10. Tizio, che abita a Palermo, ha in incidente stradale a Catania, con Caio, che abita a Bolzano. Potrà citare Caio a Palermo?-1

1. No, ma potrà citarlo a Catania o a Bolzano;
2.
Sì, perché vista la distanza, la legge lo protegge dal fatto che il convenuto risieda così lontano da lui e dal luogo dell’incidente;
3.
Sì, perché l’incidente è comunque accaduto in Sicilia, e ex art. 20, può scegliere tra Palermo e Bolzano.

11. Tizio, ha notificato una citazione a Sempronio, nel suo luogo di residenza, rispettando la competenza per territorio secondo quanto stabilisce l'articolo 18.

Notificata la citazione, però, Sempronio si trasferisce in un altro luogo, idoneo a radicare la competenza per territorio di un altro tribunale, e lo stesso Sempronio si preoccupa di comunicare immediatamente a Tizio il suo cambio di residenza, invitandolo a notificare la nuova citazione presso questo nuovo tribunale, cosa possibile visto che il trasferimento di residenza è avvenuto addirittura prima che lo stesso tizio si costituisse in tribunale, cosa deve fare Tizio?

Basterà quindi mettere a confronto il primo e il secondo file, o meglio ancore mettere a confronto la stampa delle singole pagine per conoscere la risposta esatta.

Di seguito l'indice degli argomenti delle domande:

Domande di procedura civile

Sezione 1- Il processo di cognizione;

Giurisdizione e competenza

La competenza;

Il principio della domanda e della corrispondenza tra il chiesto e pronunciato, del contraddittorio;

Capacità delle parti, rappresentanza e sostituzione processuale;

L’ipotesi dell’art. 182;

Azione e teorie dell’azione;

Le condizioni dell’azione;

I tipi di azione;

Gli elementi della citazione. Petitum e causa petendi;

Gli elementi della citazione. Vocatio in ius e edictio actionis;

Nullità della citazione;

Notifica della citazione e nomina del giudice istruttore

I termini;

La costituzione del convenuto e l’assenza;

La prima udienza di comparizione e trattazione ex art. 183

Le prove;

La prove precostituite; atto pubblico;

La querela di falso;

Prove precostituite; La scrittura privata;

Il giudizio di verificazione;

La prove precostituite; confessione e giuramento;

Le prove costituende, la prova testimoniale

Ispezione ed esperimento giudiziale;

Consulenza tecnica;

Il passaggio in decisione della causa e le sentenze definitive e non definitive.

Le spese processuali;

Il giudicato;

Le ordinanze interinali;

Il litisconsorzio necessario e facoltativo;

Gli interventi;

Successione a titolo universale e particolare nel diritto controverso;

Gli atti processuali;

La contumacia;

La sospensione e la riunione di cause connesse;

Interruzione;

Il processo innanzi al tribunale in composizione monocratica

I mezzi d’impugnazione in generale;

Le condizioni per le impugnazioni; .

Inammissibilità e improcedibilità;

Gli articoli 331 e 332;

Impugnazioni principali e incidentali;

Appello;

Il giudizio innanzi alla corte di cassazione;

La revocazione;

Opposizione di terzo;

Il rito sommario di cognizione

Sezione 2- Il processo del lavoro;

I casi previsti dall’art. 409;

Introduzione della causa La prima udienza ex art. 420 .

Le ordinanze interinali nel rito del lavoro

Ordinanze di mutamento di rito

La sentenza;

L’appello nel rito del lavoro;

Sezione 3; i procedimenti sommari non cautelari

Il decreto ingiuntivo;

Il procedimento per la finita locazione;

Sezione 4; il processo esecutivo;

Il titolo esecutivo;

Il precetto;

Il pignoramento in generale;

L’intervento degli altri creditori nel processo esecutivo

La vendita forzata e l’assegnazione in generale;

Le controversie ex art. 512;

Il pignoramento mobiliare;

Distribuzione della somma ricavata dalla vendita;

Espropriazione mobiliare presso terzi

Il pignoramento immobiliare

Espropriazione di beni indivisi;

Espropriazione contro il terzo proprietario;

Esecuzioni in forma specifica;

Le opposizioni all’esecuzione;

Sospensione e estinzione del processo esecutivo;

Sezione 5; Il processo cautelare;

Il rito cautelare uniforme;

Denunzia di nuova opera e di danno temuto;

Procedimenti d’istruzione preventiva;

I provvedimenti d’urgenza ex art. 700;

Sezione 6- Arbitrato, Convenzione di negoziazione assistita e Mediazione

Arbitrato.

La convezione di negoziazione assistita

Mediazione

punto elenco Torna alla home page