L'atto illecito

nozione
art. 2043 c.c.

qualunque fatto doloso o colposo, che cagiona ad altri un danno ingiusto, obbliga colui che ha commesso il fatto a risarcire il danno

Abbiamo riportato integralmente l'art. 2043 del codice civile che trattando del risarcimento per fatto illecito, ci indica che cos'è l'atto illecito individuandone la struttura.

Prima di analizzare, però, l'atto illecito è necessario riportare alcune distinzioni utili a farci comprendere l'esatta  collocazione di tali atti.

In primo luogo riportiamo la distinzione tra gli atti umani vietati e leciti.

Atti umani 

Atti vietati sono posti in essere in violazione di un obbligo di legge arrecando un danno ad un altro soggetto giuridico. La violazione dell'obbligo fa nascere nel soggetto danneggiato il diritto al risarcimento del danno 
Atti leciti sono posti in essere in maniera conforme al diritto

Specifichiamo, ora, un concetto che può essere fonte di difficoltà, e che prescinde dalla specifica considerazione dell'atto illecito, che qui consideriamo come conseguenza di un "fatto illecito".
Ci dobbiamo chiedere, infatti, che cos'è l'illecito civile, cioè come identificare la generale figura dell'illecito civile; possiamo quindi affermare che:

è illecito civile qualunque fatto che provochi come conseguenza voluta dalla legge il risarcimento del danno

Il risarcimento del danno, però, può nascere da fatti o atti diversi, può nascere dalla violazione dell'art. 2043 c.c. o dell'art. 1218 c.c.
Nel primo caso avremo illecito civile di natura extracontrattuale, mentre nel secondo vi sarà illecito di natura contrattuale, ma pur sempre di illeciti civili si parla.
Sarà quindi illecito civile extracontrattuale la responsabilità precontrattuale ex art. 1337 c.c. , mentre sarà illecito civile di natura contrattuale l'inadempimento di una obbligazione.

Ciò precisato, sottolineiamo che nell'ambito degli atti vietati possiamo meglio distinguere le due categorie che fanno sorgere i due diversi tipi di responsabilità.

atti che danno vita a responsabilità contrattuale

sono quegli atti che violano obblighi che intercorrono tra soggetti determinati, come gli inadempimenti contrattuali

atti che danno vita a responsabilità extracontrattuale

sono gli altri atti illeciti (civili); la responsabilità nasce dalla violazione del generico obbligo di non ledere l'altrui sfera giuridica

Nel nostro ordinamento non sono previsti, però, solo gli illeciti civili; ricordiamo, infatti, che alcuni illeciti civili sono anche rilevanti per altri rami del diritto essendo anche illeciti penali e amministrativi.
 
Occupiamoci della distinzione tra l'illecito penale e quello civile di natura extracontrattuale.

illecito penale nasce da un comportamento che contrastando con i i fini dello Stato esige come sanzione una pena criminale. Il comportamento vietato è detto reato ed è espressamente previsto dalla legge
illecito civile nasce dalla violazione del generico obbligo di non ledere l'altrui sfera giuridica. Conseguenza della violazione sarà l'obbligazione di risarcimento del danno

Su questa distinzione sono opportune alcune osservazioni;
in primo luogo i fatti che danno luogo ad illecito civile e penale possono anche coincidere; pensiamo, ad esempio, al caso in cui un sinistro provochi delle lesioni; qui avremo insieme un illecito penale, e cioè un reato (art. 590 c.p. lesioni colpose), e un illecito civile (art. 2043 c.c.);
Accade, però, che i due illeciti operino su piani diversi, perché con la previsione dell'illecito civile si vuole ristorare la vittima del danno attraverso il risarcimento, mentre con la previsione di un fatto come reato, lo Stato vuole tutelarsi contro comportamenti da lui ritenuti contrastanti con i suoi fini. Il risarcimento è quindi secondario rispetto al fine primario (autotutela dello Stato) che si vuole ottenere attraverso la minaccia di una pena criminale.

Ancora dobbiamo considerare che mentre un fatto è reato solo se viene espressamente previsto come tale dalla legge (art. 1 c.p. art. 25 Cost.), l'illecito civile, invece, può essere previsto anche in modo generico ("qualunque fatto", recita l'art. 2043); di conseguenza ci saranno dei fatti che possono essere rilevanti solo come illecito civile (es. responsabilità precontrattuale), ma non come reato, mentre, all'opposto, vi sono dei reati che possono non essere illeciti civili (es. spionaggio).

Sottolineiamo, infine, una questione di natura prevalentemente terminologica.

La responsabilità per atto illecito è anche detta extracontrattuale o aquiliana. Si tratta di sinonimi usati di volta in volta per evidenziare un aspetto particolare della responsabilità per atto illecito.

Esaurite queste indispensabili premesse, passiamo a considerare gli elementi fondamentali dell'atto illecito cliccando sui collegamenti posti qui sotto, elementi che possono essere visualizzati anche tornando al sommario della sezione.

  1. la struttura dell'atto illecito;
  2. cause di esclusione della responsabilità;
  3. casi speciali di responsabilità.
     
punto elenco Torna alla home page     
 
punto elenco Torna al sommario della sezione