La SocietÓ in accomandita semplice

La societÓ in accomandita semplice si distingue dagli altri due tipi di societÓ di persone per la presenza di due categorie distinte di soci:
1. Accomandatari;
2. Accomandanti.
La distinzione Ŕ importante in quanto agli accomandatari spetta l'amministrazione della societÓ, mentre gli accomandanti si limitano alla percezione degli utili.
Una simile disparitÓ di poteri non Ŕ per˛ senza conseguenze;
pi¨ potere vuol dire, infatti, maggiori responsabilitÓ, mentre chi ha impegnato il suo capitale nella societÓ senza averne l'amministrazione Ŕ necessariamente sollevato da parte delle responsabilitÓ.
Per questo motivo Ŕ stabilito che gli accomandatari rispondono con il loro patrimonio per le obbligazioni assunte dalla societÓ, mentre gli accomandanti solo nei limiti di quello che hanno conferito (art.2313 c.c.)
Anche alla societÓ in accomandita semplice si applicano le norme dettate per la societÓ in nome collettivo in quanto compatibili (art.2315 c.c.).

Vediamo nel dettaglio le differenze tra le due categorie di soci:

accomandatari
amministrano la societÓ
hanno gli stessi diritti ed obblighi dei soci della s.n.c.
vi Ŕ il nome di almeno uno di loro nella ragione sociale della societÓ
sono responsabili in maniera solidale ed illimitata

 

nomina e revoca
art. 2319 c.c.
nomina nel contratto sociale ----> revoca solo all'unanimitÓ di tutti soci e per giusta causa
non nominati nel contratto sociale ---> nomina e revoca con unanimitÓ degli accomandatari e maggioranza degli accomandanti calcolata sul capitale sottoscritto

Passiamo alla posizione degli accomandanti:

accomandanti
art. 2320 c.c.
responsabilitÓ limitata a quanto hanno conferito
se il nome appare nella ragione sociale l'accomandante diviene illimitatamente responsabile 
non possono amministrare la societÓ pena l'assunzione di responsabilitÓ solidale e illimitata
possono solo prestare la loro opera sotto la direzione degli accomandatari
possono trasferire la loro quota solo per causa di morte oppure per atto tra vivi con il consenso dei soci che rappresentino la maggioranza del capitale
hanno diritto di avere comunicazione annuale del bilancio e del conto dei profitti e delle perdite, e di controllarne l'esattezza, consultando i libri e gli altri documenti della societÓ

Visti diritti ed obblighi delle due categorie di soci, analizziamo le cause di scioglimento della s.a.s.

cause di scioglimento
art. 2323 c.c.
le stesse della s.s. e s.n.c. ed in pi¨:
vengono a mancare tutti gli accomandanti o tutti gli accomandatari
se vengono a mancare tutti gli accomandatari si nomina un amministratore provvisorio ---> 6 mesi per la sostituzione
se vengono a mancare tutti gli accomandati ---> 6 mesi di tempo per la sostituzione

Verificatasi una causa di scioglimento si dovrÓ liquidare la s.a.s.
Vediamone le ipotesi:

liquidazione della societÓ
art. 2324 c.c.
come nella s.s. e nella s.n.c.
gli accomandanti sono responsabili solo nei limiti di quanto hanno ricevuto per i creditori rimasti insoddisfatti
responsabilitÓ degli accomandatari e dei liquidatori per i creditori insoddisfatti

Chiudiamo l'argomento ricordando che anche l'accomandita dovrÓ iscriversi nel registro delle imprese. 
La mancata iscrizione non comporterÓ la nullitÓ della societÓ, ma l'applicazione della normativa prevista per la s.n.c. irregolare (art. 2317 c.c.).
A differenza di quanto accade per la collettiva irregolare non tutti i soci saranno responsabili per le obbligazioni sociali; gli accomandanti rimarranno sempre responsabili solo per quello che hanno conferito, salvo che abbiano partecipato alle operazioni sociali.

Torna al sommario societÓ