Contratto a favore del terzo
Video, il contratto a favore del terzo
 

nozione
(art. 1411 c.c.)

è il contratto in cui due (o più parti) si accordano affinché una di loro esegua una prestazione ad un terzo

 
Vai al commento di giurisprudenza
 

Nel contratto a favore del terzo abbiamo, quindi, tre soggetti fondamentali:

  1. lo stipulante, che è colui che designa il terzo come destinatario della prestazione; deve avere un interesse, anche morale o affettivo, alla stipula del contratto;
  2. il promittente, è l'altra parte contrattuale che deve eseguire la prestazione al terzo;
  3. il terzo, beneficiario della prestazione, non è parte del contratto né lo diviene in seguito.

Come abbiamo già detto, questo contratto è una applicazione del principio contenuto nel secondo comma dell'art. 1372 c.c.

La disciplina contenuta negli art. 1411 e seguenti, cerca di contemperare l'esigenza dello stipulante ad attribuire il beneficio al terzo è quella del terzo a rifiutarla, se vuole.

Vediamo, quindi, cosa accade.

posizione del terzo

deve dichiarare di voler profittare della stipulazione fatta a suo favore, ma questa non è accettazione del contratto di cui non è parte
acquista il diritto alla prestazione da parte del promittente per effetto della stipulazione; in altre parole il suo diritto non nasce dalla sua dichiarazione di voler profittare
il terzo può anche rifiutare il beneficio, dichiarando di non voler profittare della stipulazione in suo favore

Passiamo, ora, alla posizione dello stipulante.

posizione dello stipulante

per la validità del contratto deve avere interesse alla stipulazione
può revocare o modificare la stipulazione sino a quando il terzo abbia dichiarato di volerne profittare
può divenire beneficiario della prestazione in caso di rifiuto del terzo o di revoca, ma il contratto può escludere  questa eventualità

Veniamo, infine, al promittente.

posizione del promittente

deve eseguire la prestazione a favore del terzo o del promittente  in caso di rifiuto del terzo o di revoca della stipulazione
può opporre al terzo solo le eccezioni fondate sul contratto che avrebbe potuto opporre allo stipulante, ma non quelle basate su altri rapporti con lo stipulante

Il contratto a favore del terzo è una sorta di contratto base per una serie indefinita di contratti, pensiamo ad esempio all'accollo e al contratto di assicurazione per conto altrui o di chi spetta ex art. 1891 c.c. che si ritiene rientrino nella figura del contratto a favore del terzo.

punto elenco Torna alla home page     
 
punto elenco Torna al sommario della sezione