Fonti delle obbligazioni

 

 
Video, fonti delle obbligazioni

fonti
(art. 1173 c.c.)

i contratti
la volontà unilaterale
il fatto illecito
ogni altro fatto diverso dai precedenti idoneo a produrle

Analizziamo una per una le varie fonti.

i contratti

sono le tipiche fonti delle obbligazioni. Con questo strumento le parti si impegnano volontariamente ad eseguire delle prestazioni. Se si commissiona un quadro il pittore s'impegnerà ad eseguirlo ed una volta finito si sarà obbligati a versare il corrispettivo per l'opera svolta

 

la volontà unilaterale

è il caso delle promesse unilaterali previste dall'articolo 1987 c.c. e ss. L'obbligazione nasce solo nei casi previstiti dalla legge

 

l'atto illecito

in questo caso si prescinde da ogni e qualsiasi accordo tra i soggetti dell'obbligazione, anzi c'è almeno un soggetto (il danneggiato) che non vuole il fatto da cui scaturisce l'obbligazione.
Accade, infatti, che una persona commette un atto illecito, doloso o colposo che sia, che cagiona ad altri un danno ingiusto.
A parte le altre conseguenze che possono sorgere in capo all'autore dell'atto, come quelle penali, quest'ultimo sarà tenuto a risarcire il danno a chi l'ha subito. Sorgerà, quindi, una obbligazione che avrà come contenuto la prestazione  di solito consistente in una somma denaro a favore del danneggiato che ne diviene creditore

 

ogni altro atto o fatto idoneo a produrle

si tratta di ipotesi residuali diverse dalle precedenti che i fondano su norme di legge, come la gestione di affari altrui o l'arricchimento senza causa

 

punto elenco Torna alla home page     
 
punto elenco Torna al sommario della sezione