Vaglia cambiario
 

definizione
art. 87 l.a.
il vaglia cambiario emesso dalla Banca d'Italia, dal Banco di Napoli e del Banco di Sicilia, un titolo di credito all'ordine, pagabile a vista presso qualsiasi filiale della Banca stessa

Il vaglia cambiario corrisponde all'assegno circolare emesso da altre banche, solo che emesso dalla Banca d'Italia.
Il contenuto simile a quello dell'assegno circolare  deve per, risultare dal titolo la denominazione di "vaglia cambiario".
Vediamo,ora, la normativa applicabile:

norme applicabili
si applicano quelle  relative al vaglia cambiario ordinario, tranne quelle concernenti l'avallo, il pagamento per intervento, le copie, la cambiale pagabile presso un terzo o in luogo diverso da quello del domicilio del trattario, la promessa di interessi, la cambiale in bianco
deve essere emesso o girato con la clausola "non trasferibile"

Come accade, di regola, per l'assegno circolare, il vaglia cambiario rilasciato contro versamento nelle casse dell'istituto del corrispondente valore in biglietti di banca o in valuta legale.

Anche per il vaglia cambiario prevista la procedura di ammortamento, con regole parzialmente diverse rispetto a quella ordinaria (artt. 93 e ss. l.a.).

Torna al sommario titoli
Torna alla home page