Gli elementi essenziali del negozio giuridico

 

 
Video, gli elementi essenziali del negozio giuridico

Ci occupiamo, ora, del negozio giuridico dal punto di vista della struttura;

Dobbiamo chiederci, infatti, quali sono gli elementi che necessariamente devono esistere in un negozio giuridico e quali, invece, possono anche mancare. Distinguiamo, quindi, gli elementi essenziali del negozio dagli elementi accidentali.

La mancanza o il vizio di elementi essenziali porterà all'invalidità del negozio;
la mancanza di elementi accidentali o il vizio di questi ultimi non porterà, di regola, all'invalidità del negozio.
Elenchiamo, adesso, gli elementi essenziali del negozio giuridico:

uno o più soggetti

volontà

forma

causa

oggetto (nei contratti)

Come abbiamo già accennato il vizio relativo ad  uno di questi elementi comporterà l'invalidità del negozio giuridico; precisiamo che la mancanza di uno di questi elementi produrrà la nullità del negozio stesso, mentre il vizio produrrà, di regola, non la nullità ma l'annullabilità. Studieremo, poi, approfonditamente il tema della patologia del negozio giuridico; per adesso cominciamo a considerare uno per uno i singoli elementi essenziali cominciando dal soggetto (o dai soggetti) protagonisti della vicenda negoziale.

1.I soggetti e la rappresentanza

i soggetti definizione

sono soggetti del negozio giuridico sia coloro che hanno posto in essere l'atto sia coloro che ne sono destinatari degli effetti

Come si vede dalla definizione consideriamo come soggetti del negozio giuridico due distinte categorie di persone; questo potrà disorientare, in quanto normalmente si pensa che negozio giuridico può essere posto in essere anche da una sola persona, come si vedrà per la procura. Abbiamo visto però, che il concetto di soggetto del negozio giuridico coincide (secondo la dottrina tradizionale) con quello di parte, e la parte può essere composta anche da più soggetti;
potrà allora accadere che una parte di un negozio è in realtà formata da più soggetti che assumono ruoli diversi; distinguiamo quindi una:

parte in senso sostanziale che è il titolare dell'interesse oggetto del negozio giuridico fornito della capacità di diritto
parte in senso formale che è colui che materialmente pone in essere negozio giuridico partecipandovi con la sua volontà

Normalmente queste due parti coincidono, nel senso che il titolare dell'interesse è anche colui che pone in essere l'atto, ma spesso accade che non si verifichi questa coincidenza; pensiamo al caso di un 'imprenditore che, non potendo direttamente seguire tutti i suoi affari, conferisce un incarico (procura) ad un altro soggetto per la stipula di un contratto. Concluso il contratto, l'imprenditore sarà la parte in senso sostanziale sulla quale ricadranno gli effetti del negozio, mentre colui che ha concluso il contratto (il rappresentante) sarà la parte in senso formale.
Ciò sarà possibile grazie alla legittimazione ricevuta dal rappresentante.

Ricordiamo ancora che la parte, l'unica parte del negozio, può porre in essere atti che sono, in realtà, il frutto delle volontà dei diversi soggetti che la compongono; distinguiamo, infatti, in merito all'agli atti compiuti gli:
atti collettivi, atti collegiali e gli atti complessi.

Occupiamoci, ora, di un argomento che già è stato accennato; ci riferiamo alla rappresentanza che sicuramente costituisce uno che gli elementi fondamentali dello studio del diritto privato.

punto elenco Torna alla home page     
 
punto elenco Torna al sommario della sezione